Casa Vacanze non imprenditoriale o Locazione turistica - differenze Roma

Risolto!
Luca3129
Level 2
Rome, Italy

Casa Vacanze non imprenditoriale o Locazione turistica - differenze Roma

Buongiorno a tutti,

 

Nell' informarmi meglio sulle regolamentazioni per affitti brevi, ci sono delle sfumature tra casa vacanza non imprenditoriale e locazione ai fini turistici che non mi sono del tutto chiare - in particolare mi riferisco alla città di Roma.

 

1) Per vostra conoscenza, c'è una differenza dei requisiti strutturali dell' immobile a seconda delle diverse tipologie ? ( es. casa vacanze può non avere soggiorno , etc. ) Nel caso quali ? O la differenza è sostanzialmente nel tipo di servizi offerti ? ( es. attività complementare vs semplice affitto)

 

2) A cosa fa riferimento l' attività "occasionale" e "non organizzata" per la locazione ai fini turistici ?

 

Mi piacerebbe avere le idee più chiare in merito. Grazie, Luca 😊

1 Risposta Migliore
Alberto1535
Level 10
Bologna, Italy

@Luca3129 buongiorno.

Gestendo una CAV, gestisci (anche in forma non imprenditoriale) una struttura ricettiva extralberghiera.

Le case e gli appartamenti per vacanze sono prive sia di servizi centralizzati che di somministrazione di alimenti e bevande e al loro interno non possono esservi persone residenti né domiciliate (art.7 Regolamento regionale 14/2017).

Tutti i requisiti e i servizi li trovi nel modello di autocertificazione:

https://www.regione.lazio.it/sites/default/files/modulistica/TUR-Strutture-ricettive-extra-Autocerti...

La gestione in forma non imprenditoriale determina redditi diversi (da attività commerciale non esercitata abitualmente). Non c'è la possibilità di avvalersi della cedolare secca, ma è possibile dedurre dai compensi tutte le spese strettamente inerenti (a partire dalle commissioni di Airbnb).

Il reddito (dedotte le spese) è assoggettato a IRPEF e addizionali.

Non c'è obbligo di stipula di un contratto in forma scritta.

 

Gli alloggi per uso turistico sono unità immobiliari non soggette a classificazione, situate in immobili adibiti ad abitazioni o parti di esse, dotate di soggiorno con annesso angolo cottura o cucina all’interno delle quali è possibile offrire, in modo occasionale, non organizzato e non imprenditoriale, forme di ospitalità senza prestazioni di servizi accessori o turistici (art.12bis).

Si tratta della pura locazione a fini turistici in forma non imprenditoriale (= occasionale, non organizzata).

Gli alloggi per uso turistico rispettano i requisiti previsti per le abitazioni, nonché la normativa vigente in materia edilizia ed igienico sanitaria e non necessitano di cambio di destinazione d’uso ai fini urbanistici (art.12bis). Sui requisiti dell'immobile dovrebbe esserci una sostanziale equivalenza. La differenza (modesta) è sui servizi.

C'è l'obbligo della sottoscrizione di un contratto di locazione (anche se la durata sia di una sola notte).

Per il proprietario la locazione determina redditi fondiari con possibilità di optare per la cedola secca, ma senza la possibilità di dedurre le spese inerenti (se non un 5% a forfait nel caso di tassazione ordinaria).

Vai alla Risposta Migliore originale

5 Risposte 5
Alberto1535
Level 10
Bologna, Italy

@Luca3129 buongiorno.

Gestendo una CAV, gestisci (anche in forma non imprenditoriale) una struttura ricettiva extralberghiera.

Le case e gli appartamenti per vacanze sono prive sia di servizi centralizzati che di somministrazione di alimenti e bevande e al loro interno non possono esservi persone residenti né domiciliate (art.7 Regolamento regionale 14/2017).

Tutti i requisiti e i servizi li trovi nel modello di autocertificazione:

https://www.regione.lazio.it/sites/default/files/modulistica/TUR-Strutture-ricettive-extra-Autocerti...

La gestione in forma non imprenditoriale determina redditi diversi (da attività commerciale non esercitata abitualmente). Non c'è la possibilità di avvalersi della cedolare secca, ma è possibile dedurre dai compensi tutte le spese strettamente inerenti (a partire dalle commissioni di Airbnb).

Il reddito (dedotte le spese) è assoggettato a IRPEF e addizionali.

Non c'è obbligo di stipula di un contratto in forma scritta.

 

Gli alloggi per uso turistico sono unità immobiliari non soggette a classificazione, situate in immobili adibiti ad abitazioni o parti di esse, dotate di soggiorno con annesso angolo cottura o cucina all’interno delle quali è possibile offrire, in modo occasionale, non organizzato e non imprenditoriale, forme di ospitalità senza prestazioni di servizi accessori o turistici (art.12bis).

Si tratta della pura locazione a fini turistici in forma non imprenditoriale (= occasionale, non organizzata).

Gli alloggi per uso turistico rispettano i requisiti previsti per le abitazioni, nonché la normativa vigente in materia edilizia ed igienico sanitaria e non necessitano di cambio di destinazione d’uso ai fini urbanistici (art.12bis). Sui requisiti dell'immobile dovrebbe esserci una sostanziale equivalenza. La differenza (modesta) è sui servizi.

C'è l'obbligo della sottoscrizione di un contratto di locazione (anche se la durata sia di una sola notte).

Per il proprietario la locazione determina redditi fondiari con possibilità di optare per la cedola secca, ma senza la possibilità di dedurre le spese inerenti (se non un 5% a forfait nel caso di tassazione ordinaria).

Luca3129
Level 2
Rome, Italy

Grazie Alberto😃

@Alberto1535 

 

Come si fa a capire quale sia meglio tra l'una e l'altra, Cav o contratti turistici, nel caso per esempio che la proprietaria sia incapiente , nessun reddito annuo da lavoro e possessore di unico immobile?

Non ho capito per esempio se convenga in questo caso aprire la partita iva oppure farlo senza.....

 

Walter
Community Manager
Community Manager

Ciao @Luca3129, alla fine quale opzione hai scelto per il tuo bellissimo appartamento a Roma?

-----

 

Per favore segui le linee guida della community

Luca3129
Level 2
Rome, Italy

locazione turistica, per iniziare mi è sembrata la scelta migliore 😊

Leggi gli articoli del Centro Risorse

Preparare la casa per gli ospiti
Consigli di host Airbnb Plus: come qualche premura può fare la differenza
Assistere gli ospiti durante il loro soggiorno