Troppa burocrazia: lascio!

Alessandra1105
Level 2
Anguillara Sabazia, Italy

Troppa burocrazia: lascio!

Buongiorno a tutti!

Diventa sempre più complicato soprattutto per chi non affitta professionalmente, intendo come prima attività, ma solo per il piacere di conoscere persone e offrire gentilezza e accoglienza. Troppi passaggi da affrontare, consulente fiscale a pagamento, quindi più lavoro con poco guadagno, troppi compiti da espletare; in questo modo si devono alzare i prezzi del soggiorno e non è la mia politica. Mi piace offrire un soggiorno piacevole e a basso costo proprio per chi non può affrontare spese economiche alte e permettere a molti di poter fare una vacanza, soprattutto in tempi di crisi come quella attuale. A malincuore penso che dovrò uscire da Airbnb nonstante mi abbia portato tanti incontri piacevoli e abbia apprezzato l'assistenza di Airbnb

6 Risposte 6
Alberto1535
Level 10
Bologna, Italy

@Alessandra1105 buongiorno,

ogni host predispone l'offerta del suo alloggio sulla base degli obiettivi che si è dato. C'è l'host (soprattutto professionale) che punta all'utilizzo intensivo (anche a basso prezzo nei periodi di modesta domanda), c'è l'host che privilegia l'utilizzo selettivo (meno prenotazioni, meno lavoro, a prezzo più elevato). Nel tuo caso, raro, c'è anche un lodevole obiettivo sociale.

 

Come fare per perseguire questi obiettivi in uno scenario di adempimenti amministrativi e di costi crescenti ?

Per l'host in forma non imprenditoriale (una volta avviata la locazione) gli adempimenti sono gestibili: contratto di locazione al check-in, segnalazione alla Questura, segnalazione flussi turistici, dichiarazione trimestrale (e da quest'anno anche annuale) dell'imposta di soggiorno.

Anche gli aspetti fiscali, in particolare se l'host ha già un lavoro (ad esempio dipendente, facendo Mod.730 con sostituto), non sono così complessi come potrebbero apparire. Le istruzioni dei Modelli e l'assistenza che si può chiedere all'Agenzia delle entrare possono consentire di gestire direttamente gli aspetti fiscali. Anche qui sulla community trovi tante discussioni a chiarimento di queste incombenze.

Quindi, il primo passo è fare a meno del consulente fiscale, riducendo i costi.

Per affrontare invece i costi crescenti (in particolare, utenze) è necessario valutare un congruo aumento dei prezzi, non c'è altra strada.

Infine, non ho capito se l'uscita da Airbnb sia anche l'uscita dalla locazione breve.

Su questo punto, l'uscita da Airbnb comporterebbe una notevole riduzione dei costi: tra il costo totale per l'ospite e il canone incassato dall' l'host c'è una differenza pari alle commissioni guest e host applicate. In altre parole, se l'host incassa 95, l'ospite paga circa 115: potrebbe essere disponibile a pagare 95, o anche oltre, ma non 115.

Nel mio caso, l'uscita dalla piattaforma comporterebbe automaticamente l'uscita dalla locazione breve (non avendo altre modalità alternative per offrire l'alloggio).

Ci sono host (in particolare con alloggi al mare, al lago, in montagna) che hanno valide alternative al di fuori della piattaforma (ospiti ricorrenti, passaparola, ecc.) per cui fanno anche (o solo) locazioni dirette.

Un cordiale  saluto.

Alessandra1105
Level 2
Anguillara Sabazia, Italy

Gentile @Alberto1535,

 

grazie del tempo che ti sei preso per la risposta che ho trovato pratica, motivante e ottimista. E mi ha fatto vedere le cose più facilmente:

L'abbandono del consulente fiscale penso sarà un trauma, perché la burocrazia e i conti non mi hanno mai appassionato, non sono portata ma soprattutto temo sempre di sbagliare qualche passaggio che potrebbe costarmi caro. Sei molto chiaro sul fatto che bisogna aumentare i prezzi. L'uscita da Airbnb comporterebbe anche l'uscita dalla locazione breve perché non mi sembra che ci siano piattaforme altrettanto conosciute e ben navigabili come questa. Booking non mi è mai piaciuto e amici che affittano attraverso quella piattaforma mi hanno detto di non ricevere la stessa assistenza che offre Airbnb.

 

Un caro saluto, Alessandra

Donatella26
Level 10
Mondolfo, Italy

Mi unisco a @Alberto1535 nel dire che tutto sommato è possibile cavarsela da soli: i redditi da locazione turistica nel 730 si possono inserire facilmente da soli; se già fai il 730 con un patronato basta portare un prospetto riepilogativo, e le comunicazioni a Questura, Regione, e per l'imposta di soggiorno quando ci hai preso la mano non preoccupano più di tanto. Certo affittando "direttamente' per passaparola, internet, ecc. si hanno piú possibilità perché si può tenere il prezzo un po' piú basso, ma purtroppo questo fa correre dei rischi in merito a comportamenti della clientela non consoni, te lo dico avendo io affitto diretti (sono al mare); con Air BnB mi trovo bene anche se ho dovuto alzare i prezzi non tanto per un discorso di guadagno ma perché negli ultimi anni i prezzi bassi avevano attirato un tipo di clientela che non desidero ospitare: persone che leggono solo il prezzo, non rispettano le regole o cercano di fregarti con ospiti in più, persone non minimamente interessate a instaurare un minimo di relazione. Io mi prendo pause piú lunghe tra un affitto e l'altro, se vado in vacanza spesso chiudo, insomma la sto prendendo più Easy, non essendo, appunto, professionista. Riflettici ancora un po'..

Alessandra1105
Level 2
Anguillara Sabazia, Italy

Gentile Donatella e @Alberto1535,

 

grazie per il contributo alla riflessione. Ho sempre tenuto i prezzi bassi ma per fortuna mi è capitato solo una volta una persona che voleva venire con altre persone e me ne sono accorta prima che arrivassero ed ho potuto cancellare sempre dovendo dimostrare con screenshot dei messaggi su whatsapp che la persona era in malafede. Il problema degli adempimenti rimane non solo a fine istituzionale ma anche nei confronti di airbnb. Un paio di giorni fa, la caldaia non funzionava bene, ho chiamato il tecnico, il quale mi ha purtroppo comunicato che c'è da sostituire la pompa, che va ordinata e che non sa quanti giorni ci vorranno. Quindi il problema si prolunga e non so quando potrei nuovamente poter mettere a diposizione le stanze. Per oggi era previsto un soggiorno di una persona, che per educazione e comfort ho ritenuto di cancellare. Ho avvertito l'ospite prima che venisse il tecnico per dargli modo di potersi prenotare qualche altra stanza e mi sono anche adoperata tra conoscenti che in zona sono collegati ad Airbnb. Quindi chiamo l'assistenza di airbnb che mi farà pagare una penalità se non mostro il preventivo firmato dal tecnico. Capisci che anche questo è un adempimento che non mi fa sentire superhost, come se mi divertissi a cancellare le prenotazioni. In più dovrò andare a lavorare e in questa settimana prenatalizia nel mio lavoro c'è molto da fare con probabili straordinari, ho sette giorni di tempo per inoltrare la documentazione ad airbnb perchè mi rimborsi i €48,00 e cancellino la penalità. Insomma mi devo preoccupare anche di questo, per essere stata corretta e gentile. Allora se questo mi comporta tutto questo lavoro cosa avrei dovuto fare? Avrei dovuto fare la furba? Avrei dovuto far venire l'ospite e dirgli che la caldaia si era rotta quel giorno stesso e poi sarebbe ricaduto tutto su airbnb che gli avrebbe dovuto cercare un altro alloggio? L'ospite tra l'altro, dovendo stare solo una notte e venendo dal nord Europa mi ha detto di non preoccuparmi, proprio perchè viene da un paese freddo e che non si sarebbe lamentato nella recensione. La mia correttezza nei confronti dell'ospite e di airbnb nel offrire qualità e correttezza ora mi ricade addosso e oltre a lavorare, occuparmi della mia famigia e della mia anziana madre dovrò occuparmi di coinvolgere il tecnico in un preventivo scritto. A proposito della mia anziana madre, lo scorso anno è stata ricoverata per più di tre mesi. Quando l'ospedale mi dice che l'avrebbero dimessa, avevo una preontazione, scrivo all'ospite che mi risponde che non c'è problema e mi augura buone cose per mia madre. Airbnb mi chiede il foglio delle dimissioni per non farmi pagare la penalità. Voi capite che la dimissione non implicava solamente andarla a prendere ma andare a stare a casa di mia madre per alcuni giorni e vedere dopo tre mesi di ospedale come procedeva da sola in casa. Insomma un peso in più per me. Ora se il cliente si mostra comprensivo capisco che oltre che per me è anche un minor introito per airbnb ma così diventa un ansia stare a pensare che se accade qualcosa in casa o personalmente  ci si rimette o si deve procurare altre prove. Un caro saluto e buone feste, Alessandra

 

 

Alberto1535
Level 10
Bologna, Italy

@Alessandra1105 buongiorno,

c'è una evidente disparità di trattamento tra quanto concesso all'ospite (il quale, tra l'altro, senza alcun preavviso durante il soggiorno, può chiedere rimborsi quando è già a casa !) e quanto preteso dall'host, il quale deve sempre documentare, testimoniare, provare.

Alle piattaforme interessa veramente poco dei nostri problemi quotidiani, arrivando persino a chiedere il foglio di dimissioni da un ospedale.

Non aggiungo commenti che sarebbero censurati.

 

Per noi che non affittiamo per professione, ma abbiamo altre priorità lavorative e altri impegni, sarebbe opportuno valutare una modalità di locazione meno stressante, come ha scritto benissimo @Donatella26 .

Un congruo preavviso di prenotazione, un certo stacco di giorni tra una prenotazione e l'altra, un soggiorno minimo non di una sola notte, possono consentire una gestione meno ansiosa.

E poi cercare di dare il giusto peso alle pretese della piattaforma.

 

Tanti auguri di buone feste e di un sereno anno nuovo.

Alberto

Alberto1535
Level 10
Bologna, Italy

Cara @Alessandra1105 .

Per me dicembre e gennaio sono due mesi di chiusura.

E' tempo di bilanci per valutare com'è andato l'anno.

Ma soprattutto è tempo di programmazione, con ottimismo e determinazione: qualche miglioria all'alloggio ? che prezzi facciamo il prossimo anno ? riusciamo a ridurre un pò i costi ? la durata del soggiorno minima impostata va bene ?  quante prenotazioni avremo ? ....................?

Il tutto per rispondere alla domanda finale:

vale la pena proseguire con la locazione breve su Airbnb pur dovendo affrontare tanti problemi ?

Sì, ancora ne vale la pena.

Buon proseguimento !

Alberto

Leggi gli articoli del Centro Risorse

Preparare la casa per gli ospiti
Consigli di host Airbnb Plus: come qualche premura può fare la differenza
Assistere gli ospiti durante il loro soggiorno